Ungheria: flash news: contaminazione alimentare di prodotto caseario. Le soluzioni assicurative a tutela delle imprese

Tempo di lettura: 2 minuti

In data 30 Agosto l’autorità di controllo ungherese Nébih ha ordinato il ritiro immediato dal mercato di un importante lotto di prodotti caseari.

Nello specifico è stata contestata al produttore ungherese la contaminazione microbiologica di panne acide ad uso alimentare, assieme a significative alterazioni alimentari del prodotto finito e già distribuito sugli scaffali dei supermercati.

A questa campagna di ritiro è stata data molta evidenza sulle principali testate giornalistiche e web, dove è stato chiesto di non consumare i seguenti prodotti dal 15 al 28 settembre 2021:

ANNI PANNI Tejföl, MILFINA Tejföl, RISKA Tejföl, ENJOY FREE laktózmentes Tejföl, SPAR FREE FORM Tejföl, MESÉS Tejföl, a MAGYAR Tejföl, S-BUDGET Tejföl, SISSY Tejföl, KOKÁRDÁS MAGYAR Tejföl, ARO Tejföl, M. ANNI PANNI Tejföl, RISKA SÉF Tejföl, M. KALOCSAI Tejföl, PRIVÁT Tejföl.

Le soluzioni assicurative a tutela delle aziende alimentari e ho.re.ca.

In sintesi, le imprese casearie possono mettere in sicurezza il patrimonio aziendale da salate azioni di risarcimento grazie alla polizza RC prodotto.

Per approfondimenti rimando qui.

Non dobbiamo assolutamente tralasciare le aziende del settore alberghiero.

Anche queste sono esposte a pesanti rischi di risarcimenti quando, in buona fede, somministrano all’interno del loro locali prodotti alimentari contaminati.

Ho dedicato uno specifico approfondimento alle soluzioni assicurative per il settore ho.re.ca. qui.

I rischi dell’amministratore d’azienda

I casi di contaminazione di alimento tossico o scaduto espongono l’amministratore di un’azienda a pagare, anche di tasca propria, le spese legali a chi ha subìto un danno.

La legge ungherese applica in toto la normativa europea in tema di responsabilità finanziaria del dirigente in azienda.

Le soluzioni assicurative per questa tipologia di rischi sono state trattate in questo articolo.

Infine, mi preme sottolineare che, in caso di contaminazione alimentare, a rimetterci è in primis l’immagine dell’impresa di fronte a fornitori e consumatori.

Esistono specifiche coperture assicurative a tutela del brand aziendale a cui dedicheremo specifici articoli su questo blog.

Nel frattempo, suggerisco molto caldamente alle aziende del settore di rivedere i massimali di copertura Rc Prodotto.

In caso di intossicazione grave e danni alla salute i consumatori danneggiati possono decidere di fare causa al produttore e a chi ha servito l’alimento contaminato a tutela della propria salute.

Send this to a friend